Connecting AsteRisks

Standard

“Sotto un’onda a forma di parentesi rotonda che mi porta via.” *

Eterno dilemma sul confine tra ermetismo e rima forzata. Ma siccome la libertà di interpretazione è, tra i diritti non concessi, quello che mi arrogo con più piacere (e ne abuso) ho deciso che questo è il mio periodo “pescatrice di asterischi”.

Pesco asterischi. Banchi di asterischi.

Mi riferisco agli asterischi in stile cartellone pubblicitario. Quelli che sei convinto che sia l’offerta più conveniente della tua vita, finché non li vedi lì, che ti rimandano alle restrizioni in Times New Roman 3.

Ne trovo ovunque: in casa, a lavoro, sulla mail, sul telefono, al cinema e in piazza.
Avrei voglia di unirli, tutti questi asterischi, per vedere che bel disegnino andrebbero a formare.
Ma com’era?

“Non è possibile unire i puntini guardando avanti; potete solo unirli guardandovi all’indietro. Così, dovete aver fiducia che in qualche modo, nel futuro, i puntini si potranno unire. Dovete credere in qualcosa – il vostro ombelico, il destino, la vita, il karma, qualsiasi cosa.”

Oh porca miseriaccia! Ci sono caduta anch’io. Ho citato il discorso di Steve Jobs agli studenti di Stanford.

– Steve Jobs? E chi è?

– Boh, uno che una volta ha parlato a quelli di Stanford e che doveva morire sei settimane dopo Febbraio.

– Eh sì , ma che esagerazione! Non era mica mio padre.

– Ma chi te cride d’essere…nu ddio?
Ccà dinto,’o vvuo capi,ca simmo eguale?…
…Muorto si’tu e muorto so’ pur’io;
ognuno comme a ‘na’ato é tale e quale”.**

– Non sono felice che sia morto, ma sono felice che sia andato. Nessuno merita di morire – non Jobs, non Bill, neanche quelli colpevoli di malefatte ancor più grandi delle loro. Ma noi tutti ci meritiamo che finisca l’influenza maligna di Jobs sulla libertà informatica del popolo.***

– Ho sentito che avevano trovato il DNA di Amanda sul corpo di Steve Jobs!

– No alla fine era patè di olive.

– Amanda è libera.****

– Eh ma se le indagini continuano a farle Paperino e Topolino..

– Meno male che qualcuno confessa ogni tanto. Questa presunzione d’innocenza ci ammazzerà tutti.

– Ma vaffanculo.*****

________________________________________________________________________

*      cit. Samuele Bersani, “Il pescatore di asterischi”.

**   cit. Totò, La livella.

***  cit. Richard Stallman, tra gli avviatori del progetto Gnu e strenuo sostenitore dell’Open Source.

****   cit. Al Bano Carrisi, “Amanda è libera”.

***** cit. Fabio Volo, almeno una volta l’avrà detto.

Annunci

»

  1. ciao stefania! 🙂 non credo di aver mai commentato un blog…di solito ciuccio i contenuti come le olive snocciolate in salamoia, prendendo che mi serve (di solito contengono la parola debian o kernel o nerdporn) e via…
    oggi sono in giornata compilazione e me la sono passata a leggere i tuoi post…molto carini e scritti bene, specie questo, che ho trovato molto divertente e figo! (asterisk non è anche il server voip di unife…?)

    • Grazie mille per le parole. Mi dispiace che nerdporn non sia nei tag ma provvederemo subito ad inserirlo. E finalmente diamo una risposta alla domanda “ma cosa fanno i dottorandi durante il giorno?” In dipartimento scrivono blog inutili, nelle aziende la corrispondente revisione. Dona l’8 per mille alla ricerca!
      P.S. Ebbene sì, si chiama Asterisk anche il server!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...