Valter Buio 1-12

Standard

… e questo mese ho dovuto salutare Valter. L’ho fatto a malincuore perché in un anno è riuscito a farmi affezionare a lui!

Mi ero ripromesso, sin dall’inizio di questa mini, di parlarne avendo tutti i numeri in mano e potendo fare un discorso più organico ed è ciò che voglio scrivere ora, anche se qualche mese fa non sono riuscito a trattenermi!

Valter Buio è una miniserie di 12 numeri della italiana Star Comics, scritta interamente da Alessandro Bilotta, che ha come protagonista uno psicologo un po’ particolare; particolare perchè i suoi pazienti sono inconsci, spiriti di persone defunte che per qualche motivo non riescono a lasciare questo mondo.

L’idea di credere che siano questi inconsci i protagonisti della mini è forte, ma è facile accorgersi dopo pochi numeri, che non sono altro che un espediente per poter raccontare un po’ di più di Valter, del suo rapporto tribolato con la ex-moglie, del suo amico il Conte Balestra e della sua segretaria Cecilia, il tutto ambientato in una Roma incantevole -che più che da sfondo sembra essere una co-protagonista -. La mini è interamente dedicata a Valter, alla sua storia, alla sua crescita. E’ per metà un romanzo di formazione, per metà un castello di carte che alla prima folata di vento cade giù rovinosamente.

Le storie che si susseguono mettono in risalto la fragilità del personaggio, l’incapacità di staccarsi dal passato, l’incapacità alla decisione, la tendenza all’autodistruzione attraverso l’alcolismo ed addirittura il suicidio. Certo, il suo particolare dono non è facile da gestire, non è facile da accettare, ma l’incapacità di Valter di aiutare se stesso, al contrario di ciò che accade con gli inconsci, va oltre tutto questo.

Il fumetto che Bilotta ci regala – perché si tratta di un vero è proprio regalo- è emotivamente spiazzante e molto profondo. I personaggi sono splendidamente caratterizzati, sembrano reali, respirano ben oltre le semplici 98 pagine mensili.

Il tutto accompagnato da un team di disegnatori davvero validi; e penso allo straordinario Sergio Gerasi, Matteo Mosca, Andrea del Campo, Ivan Vitolo, che hanno il compito, non facile ma perfettamente riuscito, di tinteggiare una Roma bellissima dalle atmosfere oniriche e surreali.

E’ una mini decisamente nuova per il panorama italiano delle edicole. Chi ci vede dei punti di tangenza con Dylan Dog ha compreso questo fumetto solo a metà, secondo me. L’immobilismo dylaniato si contrappone in maniera netta al divenire di Valter. E’ questa la reale differenza tra i due personaggi, che possono per certi versi, sembrare affini.

In conclusione questo fumetto rappresenta un prodotto perfettamente riuscito, sotto più punti di vista. Un fumetto emozionante che sa emozionare, che scorre per 12 mesi in maniera costante, tra moltissimi alti e pochi bassi, colpi di scena bellissimi ed un finale decisamente mozzafiato, che impreziosisce ancora di più l’ottimo lavoro svolto.

Per ora l’unica miniserie star Comics ad avermi convinto appieno, che consiglierei. Anche perché può contare sulle copertine di Paolo Martiniello che sono una più bella dell’altra. Questo l’indirizzo del suo blog nel quale potrete vedere, oltre alla versione finale, anche i bozzetti e la lavorazione.

Ciao Valter. Spero di poterti vedere di nuovo all’orizzonte, come un vecchio amico che ritorna.

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...