E non disse nemmeno una parola

Standard

Questo libro è la prova più lampante che un autore può scrivere di una storia qualunque in maniera eccellente per farla diventare bellissima. Basta, al pari di una pietra importante, collocarla su uno sfondo che non le faccia solo da contorno, ma che le permetta di acquisire forza e ne delinei meglio i tratti.

Il qui presente Tonnochefuma è un germanista con i fiocchi e sicuramente darà i suoi dettami tecnici circa questo libro di Boell. Io mi limito a dire che l’ho trovato, forse più del suo “opinioni di un clown”, stupendo. E’ di una tale drammaticità e di una tale struggente dolcezza che una storia abbastanza comune, raccontata da persone povere e disperate, diviene una critica feroce e spietata a quella che è la società tedesca del secondo dopoguerra.

La forza di una donna che nonostante la perdita della propria dignità (essendo quasi ripudiata da un marito) a causa della povertà riesce a mandare avanti ciò che resta della sua famiglia, a non perdere la fede, a non abbandonare se stessa e a riconquistare quel marito che, non sopportando il peso opprimente di una vita senza futuro, preferisce vivere nei sobborghi da vagabondo ed ubriacone.

E’ la storia degli alberghi di ultima classe che raccolgono i sogni infranti dei poveri e dei disperati, della borghesia dalla lingua spietata e lussuriosa e della gioia di una colazione in una tavola calda a poco prezzo.

Da avere assolutamente!

Annunci

»

  1. Che dire? Un bel romanzo. Se posso permettermi un consiglio, recentemente è comparso un articolo di critica su questo romanzo all’interno di un bel volume, “Costruir su macerie”, scritto da Maurizio Pirro e pubblicato da Graphiservice.

  2. Appena avrò tempo proverò a leggerlo. Comunque sì ordinato online senza problemi. E’ edito dalla mondadori nella collana classici, quindi mi sembra strano che non sia ben distribuito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...