Il momento giusto .

Standard

E’ mezzogiorno .
Esco dall’aula A6 dopo una lunghissima lezione di diritto privato . Ho fatto solo tre ore di lezione oggi ma mi sembra di averne fatte dieci .
Sarà perché è venerdì . Sarà perché ieri sera sono stata sveglia fino a tardi non so a fare cosa . Sarà perché non mi va di studiare .
Comunque finalmente esco da quell’aula A6 pronta a fabbricarmi una buonissima sigaretta da fumare a respiri trattenuti mentre osservo il grigiore autunnale emiliano .

Frugo nella borsa . Trovo il tabacco .

Rifrugo nella borsa . Trovo i filtri .

Rifrugo nella borsa . E non trovo le cartine .

Oggi non mi va di intrattenere relazioni sociali con nessuno ed è per questo che decido di andare da quel tabaccaio gentile  all’angolo per comprare le mie deliziose cartine Bravo – si fa per favorire l’industria italiana – .
Così entro proprio lì , alla tabaccheria dell’angolo .
Ci saranno almeno sei persone davanti a me .

Che giornata terribile . Non è la giornata giusta .

Mentre aspetto il  mio turno entra un ragazzo .
Avrà circa venticinque anni portati male . Lo vedo un po’ irrequieto ma non gli do troppa importanza .
Sbruffa .

–          Mi ha detto che non è il momento giusto ! – mi dice .

Io annuisco .

–          E forse aveva ragione . O forse non era giornata per chiederlo – continua – Vedi inizia anche a piovere . Che giornata di merda ! –
Mi giro e , in effetti , vedo una marea di gente che corre , che apre ombrelli o che usa improbabili cappucci per ripararsi . E’ vero . E’ una giornata di merda . Tornerò a casa tutta inzuppata e la magia dei miei capelli puliti, pettinati e lisciati improvvisamente svanirà .

–          Non è il momento giusto – continua quel personaggio improbabile .

Ha ragione . Oggi non è il momento giusto .
Non è il momento giusto per qualsiasi cosa . Neanche per fabbricare una sigaretta .
Mentre ascolto il tizio entra una ragazza di circa 25 anni portati bene .
Si rivolge al mio nuovo amico .

–          Giacomo ! Sapevo di trovarti qui ! –

E’ tutta inzuppata .
Sorride . Sembra felice .

–          Ho sbagliato . Penso che questo sia il momento giusto ! –

Giacomo l’abbraccia . Poi si baciano .
E diventano due persone inzuppate .

–          Su andiamo . Dobbiamo decidere la data – .

Escono .

Sull’uscio il tizio , Giacomo , si gira verso di me .

–          Sapevo che era il momento giusto – .

Intanto è arrivato il mio turno .
Compro le cartine . Esco ed ha già smesso di piovere .
Forse è il momento giusto per tornare a casa a studiare .

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...