Quando non c’era lui…

Standard

AAA questo articolo assumerà connotati profondamente tristi e forse retorici. Se volete, leggetelo in quest’ottica!

Oggi sistemavo il mio Reader di Google e pensavo a qualche anno fa (eoni fa se paragonato al tempo-internet), quando le web mode erano diverse, molto diverse.

Ricordo quando tutti avevano un blog ed era simpatico portercisi fermare a fare un giro sopra, a lasciare commenti o ad insultare. Mi son fatto un mucchio di risate e devo dire che allora, ci provai anche io.

Tutti avevano da scrivere o comunque tutti vi scrivevano. C’era chi ci riusciva meglio, chi usava le k e le abbreviazioni stile chat, c’era chi ci metteva video e immagini, ma tutti avevano qualcosa da dire. Magari erano false fantasie, magari era anche quella moda, ma era fatta di parole. Sorgevano come funghi, ce n’erano per tutti i gusti, per ogni orientamento… era un modo diverso di mettersi in contatto forse. Ed era piacevole girare tra i vari nomi più strampalati per leggere il post del giorno, qualcuno anche bello.

Adesso son tutti fiori appassiti, sicuramente scaduti come vecchi alimenti conservati troppo a lungo, ma stanno ancora là. Alcuni certo sono chiusi o addirittura assassinati, ma per fortuna qualcuno che li aggiorna ancora (e che mi permette sane navigate!) c’è ancora – e non mi sto riferendo al nostro tentativo-.

Era anche piacevole guardare e commentare le foto su Flickr, dove un po’ tutti ci si sentiva fotografi. C’erano foto normali, foto brutte, ma anche foto che mi piaceva guardare di tanto in tanto… ed anche quelli, sono album ormai gialli, appassiti.

C’era una volta un forum tutto verde, con un simpatico draghetto, che si chiamava qualcosa come iendavnos, dove ho conosciuto persone simpatiche e meno simpatiche, dove parlavamo e litigavamo, dove ho incontrato persino chi credeva che la matematica non fosse oggettiva, o dove ho visto per la prima volta Sandman; un forum che ha raccolto molti dei miei -e non solo miei- pomeriggi adolescenziali ed ogni tanto quell’indirizzo continua a chiamarmi. Appassito anche quello.

Per me ora mi metto qui ed attendo. Se qualcosa di grande, di certamente molto più grande ed interessante, è appassito, prima o poi toccherà a tutti, no?

Annunci

»

  1. Anche io spesso ripenso a quei tempi .
    Ripenso a iendavnos , al mio blog , al tuo e a quello degli altri .
    Ripenso a flickr .

    Eppure nemmeno allora eravamo soddisfatti . O sbaglio ?
    “Ormai si aprono il blog tutti . Anche quelli che non hanno davvero niente da dire ”
    oppure ” Ormai Flickr è solo una moda . Ormai chi scatta una foto la fa pensando che deve metterla su Flickr” .
    Invece col senno di poi che possiamo dire ?

    Che anche se Tizio non aveva niente , era apprezzabile che si sedesse davanti al suo vecchio computer e si sforzasse di fabbricare un prodotto da rendere interessante .
    Che anche se Caio non aveva mai scattato una foto , era apprezzabile che si sforzasse di produrre fotografie da condivedere con tutti .

    Ed è forse è stato così che Tizio è diventato uno scrittore e Caio è diventato un gran fotografo .

    Poi è arrivato facebook .
    Ma è così cattivo facebook ?!

  2. Certo è vero, ma magari qualche anno in meno influenzava l’opinione allora come adesso.

    Se prima potevo sembrare insofferente oggi non lo sarei più: è la vecchiaia!
    Anzi addirittura ora li rimpiango quei tempi.

    Poi è stato tutto spazzato via. Ed è questo (assieme ad altro) che mi fa essere così insofferente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...