Nessuno ha mai capito l’importanza del Si b

Standard

Stacco il primo cedolino delle assenze… ma questa assenza non è stata inutile. Ho riflettuto assieme a compagni di corso su una cosa per me nuova ed altrettanto sconvolgente: la supremazia del Si b su tutte le altre note musicali.

Come nacque questa supremazia è leggenda che si perde nella notte dei tempi, quando gli uomini primitivi iniziarono ad intonare i primi inni agli dei della natura. Questi però non portavano i frutti sperati, anzi si susseguivano pestilenze e carestie… fino a che un uomo, illuminato, non trovò quella nota che riposava proprio lì, tra il la e il si, e subito fu magia!

Iniziarono ad arrivare frutti ed alimenti in abbondanza, ci fu luce su tutta la terra e da quel giorno, proprio da quel preciso istante, nacque la supremazia della Nota.

… e se ancora qualcuno di voi ha dei dubbi a riguardo la controprova è semplice ma esaustiva.
Prendete uno strumento musicale, uno qualsiasi, anche una percussione sarda, e provate a suonare un fa#… vedrete che irresistibilmente essa cadrà sul sol. Potreste fare la stessa prova tra si e do, o mi e fa, mentre, se suonate un Sib, sentirete la pienezza di tale suono, sentirete l’assoluto musicale che si impossessa del vostro strumento.

Volete ancora un’altra prova? Or bene, pur di diffondere il verbo vi accontento.
Era un pomeriggio come tanti in quel di Vasto e stanchi di suonare le solite fesserie classiche, ci siamo ritrovati ad intonare musica detta da battaglia. Tra un Dragon Ball e qualche altra canzone appartenente all’universo parallelo del Tuzz, decidiamo di trovare ad orecchio TIC TOC (altre generalità di tale pezzo sono ignote!). Ma l’impresa risulta davvero ostica… finché, per caso, la mano cade su quella nota suprema e colma di pienezza del Sib… tutto il resto fu musica.

Cari amici miei, convertitevi, come fecero prima di voi illustri Maestri, anche  perché quando si parla di capitalismo, tutti hanno paura del Si b!

Sibbemolle per tutti!

Annunci

»

  1. senza che fai mò tutto il sapientone 😀 era la mia nota preferita in tempi non sospetti (come diresti tu).
    evviva
    oggi ho suggerito di mia iniziativa la risposta su schoenberg ad un ragazzo che mi aveva aiutato prima… e alla fine ho scoperto che dall’alto del mio teoria e solfeggio avevo suggerito ad un quasi diplomato in pianoforte 😀

  2. Bravissima! Comunque il fatto che fosse anche la tua nota preferita denota che effettivamente abbia una marcia in più rispetto a tutte le altre note!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...